Miele di Arancio

Miele di Arancio

Epoca di fioritura: aprile/maggio
Stato fisico: cristallizzazione spontanea, si accelera la cristallizzazione con la conservazione in frigo a 12°
Colore: allo stato liquido è quasi incolore o giallo paglierino, cristallizzato è bianco perlaceo o beige chiaro
Odore: intenso dal profumo dei fiori di arancio floreale
Sapore: dolce e aromatico, lievemente acidulo.

Proprietà 
Rilassante: ideale per chi cerca un miele in grado di calmare l’ansia e donare un senso di piacevole relax
Digestivo: dopo un pasto pesante, attenua eventuali fastidi allo stomaco. Mangiato invece come antipasto, stimola l’appetito
Depurante: un cucchiaio di miele d’arancio prima dei pasti, assunto tal quale o sciolto in un bicchiere di acqua tiepida, è un toccasana per depurare l’organismo, in caso di lievi intossicazioni alimentari
Nutriente: ricco di vitamine e sali minerali, esercita anche una benefica azione antiossidante su tutto l’organismo, contrastando i radicali liberi
Descrizione
Viene prodotto in agrumeti a coltivazione biologica o integrata, con la caratteristica delle zone limitrofe di terreni incolti e a pascolo, nei quali le coltivazioni delle diverse varietà di arancio (navelino, tarocco, moro, sanguinello, valencia) sono prevalenti. Le zone di produzione sono: Piana di Catania dove si procuce l’arancia rossa IGP, coste e valli dell’Agrigentino dove si produce la riberella arancia bionda IGP.
La pianta di arancio ha una fioritura medio lunga, intorno a 15-20 giorni, a seconda del clima e della varietà di pianta, nei mesi di aprile e maggio, periodo in cui i fiori sprigionano un profumo intenso, sopratutto la mattina presto e in serata nelle belle giornate primaverili.
Il Miele d’arancio ha un aroma intenso, sapore delicato e aromatico, colore chiarissimo, che si fa più tendente al bianco con la cristallizzazione, che avviene spontaneamente  dopo pochi mesi dal raccolto.

 

 

 

 

 

 

 

Share this post
  , ,


Lascia un commento